L’ultimo Harry Potter online a 4,80 Euro!

E’ l’iniziativa politica di Paolo Pietrosanti, dirigente del partito radicale e cieco. C’e’ un suo intervento che ritengo fondamentale sui temi della libertà in rete nel forum dei radicali. Il suo intervento è in questo thread. Attenzione: gli interventi vengono visualizzati a partire dal più recente, perciò va letto a rovescio, andando a cercare il primo intervento di Paolo.

Una risposta a “L’ultimo Harry Potter online a 4,80 Euro!”

  1. COMUNICATO STAMPA
    HARRY POTTER: ACCECATO IL SITO http://www.pietrosanti.net, MA RIMANE ATTIVO L’
    IDENTICO http://www.pietrosanti.ws. GRAVISSIMO ATTO, MA CON IL MERITO DELLA ONESTA’
    INTELLETTUALE. SU http://WWW.PIETROSANTI.WS OGNI INFORMAZIONE, IN ATTESA CHE, NEI
    TEMPI ANNUNCIATI, VENGA DA NOI PUBBLICATA LA EDIZIONE DIGITALE DELL’ULTIMO
    HARRY POTTER. A CIO’ SIAMO STATI PROPRIO IERI DEFINITIVAMENTE LEGITTIMATI.

    Roma, 1 novembre 2003
    Ieri pomeriggio è stato oscurato il sito http://www.pietrosanti.net nonostante non
    recasse alcun contenuto illegale. Si tratta di un atto molto grave. E’
    assolutamente evidente che il motivo dell’oscuramento è in parte molto
    consistente nelle parole, nel contenuto, nelle opinioni espresse nel sito,
    che sono in ogni caso parallelamente su http://www.pietrosanti.ws. E sono del tutto
    legittime.
    Ne parleremo più in là e nelle sedi proprie.
    Qui va detto che come già noto su questo e/o su altri siti verrà pubblicato,
    ma solo in visione, l’ultimo libro della saga di Harry Potter, come
    annunciato da tempo, e sarà possibile acquistarne una copia al prezzo di
    4,80 Euro, corrispondente ai diritti di autore.
    Confermiamo infatti ancora una volta, viste anche le scomposte espressioni
    ingiuriiose che ci sono state indirizzate, che non stiamo sottraendo a
    nessuno profitto alcuno.
    I proventi verranno da noi interamente devoluti all’autrice e alle
    traduttrici verso l’Italiano.
    A proposito poi dell’annuncio per cui grazie ad un accordo del 2001 tra
    Associazione Editori e Biblioteca per i ciechi di Monza il file del libro in
    questione sarà disponibile lunedì 3 novembre, occorre dire che non è questo
    il punto: stiamo sollevando il problema ben più ampio della diffusione dei
    contenuti a norme invariate mentre variatissimo è tutto il resto: stiamo
    parlando della necessità della ragionevolezza, e non di ciechi.
    Tuttavia, l’annuncio della Associaizone Italiana Editori ci legittima:
    Potter in tre giorni significa che è possibile, e quindi è necessario sapere
    perché invece in 12 o 18 mesi nemmeno uno dei 12 finalisti del Premio Strega
    2003 non sono ancora stti consegnati alla accessibilità dei ciechi. Il
    quesito è importante, anche perché sono in ballo denari pubblici, soldi del
    contribuente, e non pochi.

    E poi, pure sottolineando ulteriormente che il problema non è quello dei
    ciechi, siamo pienamente legittimati a pubblicare in rete qualsiasi libro,
    se dopo non tre, ma sette giorni tutti i libri usciti in libreria non
    saranno pure su supporto digitale e quindi accessibile a ciechi e non,
    studenti ciechi e non.
    Attenzione: se l’editore avesse detto: non voglio vendere i libri in altro
    formato che in quello che pare a me, e voglio che quello dei libri rimanga
    un mercato quale quello che è oggi, nulla quaestio. Se si dice invece che i
    libri sono disponibili, e che noi mentiamo, felicissimi di verificare, a
    partire dai 12 finalisti del premio Strega (che è provato gli editori hanno
    tenuto ben stretti, violando l’accordo che sbandierano).

    Per informazioni si può chiamare il numero 06 68 97 91, ma la casella email
    paolo@pietrosanti.net è stata arbitrariamente disabilitata, con grave danno
    e nocumento anchhe per la Signora Rowling.
    Mentre stiamo predisponendo altri canali per fare pervenire a noi la
    prenotazione della copia digitale del libro, alla email qui indicata si
    potranno soltanto richiedere informazioni da parte di giornalisti.
    Per i soli giornalisti: 06 68 97 91 – paolo@pietrosanti.org

I commenti sono chiusi